Il Modo Corretto ed Efficace per Eseguire I Famosi Esercizi di Kegel


come-risolvere-l-eiaculazione-precoce-e-la-corretta-tecnica-esercizi-kegel


Simone, un utente di appena 27 anni e assiduo seguace di questo blog, non riesce né durante la penetrazione né durante la masturbazione a contrarre il muscolo pubo-coccigeo in modo tale da tenere l’erezione e rimanere al culmine dell’orgasmo senza eiaculare affinché lui e la sua ragazza possano ottenerne un piacere reciproco.
Questa tecnica, che prenderebbe il nome di tecnica di ritenzione del seme, consentirebbe di trattenere il seme all’interno del pene mediante una forte contrazione del muscolo pubo-coccigeo antecedente al momento dell’eiaculazione. Il problema è che, nonostante a causa di molte guide fin troppo semplicistiche presenti sul web si pensi il contrario, l’utilizzatore (il ventisettenne Simone nello specifico) si trova ad avere comunque un orgasmo, seppur il liquido venga trattenuto all’interno del pene, e l’erezione scema quindi in pochi minuti.

La tecnica di ritenzione del seme non funziona
Se tale tecnica funzionasse, questo blog sarebbe inutile e l’utente (Simone) non sarebbe incappato in questi articoli e manuali per trovare la soluzione al suo problema funzionale: 
Come avere ancora l’erezione contraendo il muscolo pubo-coccigeo!
Risalendo infatti alla cultura taoista di più di 3000 anni orsono, questa tecnica risulterebbe non solo difficilmente comprensibile a chi non avesse già da un lungo lasso di tempo dimestichezza con le discipline orientali, ma anche l’allenamento ad essa connessa è molto intenso e non può essere compreso da guide troppo semplificate presenti nel web. Come se ciò non fosse abbastanza, ricorrere a queste ultime rischierebbe di aggravare la situazione e quindi ottenere un effetto contrario a quello della riduzione dell’eiaculazione precoce (ep). Quando tale tecnica viene applicata in maniera scorretta l’utilizzatore (come per il ventisettenne) riesce a non far fuoriuscire il liquido seminale (che viene in parte drenato verso la vescica ed in parte verso i dotti eiaculatori) ma ha comunque un orgasmo.

Ciò che accade ad un uomo dopo l’orgasmo
Conseguenza principale dell’orgasmo maschile è il cosiddetto “periodo refrattario”, il quale costringe l’utente, che mi ha scritto, ad attendere che trascorra un certo periodo di tempo tra un orgasmo e l’altro. Bloccare l’eiaculazione, seppur sia una tecnica di difficile applicazione in molti casi, non è tuttavia sufficiente a garantire la tenuta dell’erezione anche dopo l’avvenuto orgasmo, il che deve portare l’utilizzatore delle tecnica della ritenzione del seme ad essere multiorgasmico, mantenendo un’erezione duratura ben al di là del primo orgasmo. Ciò, pur sembrando inverosimile, non corrisponde a fantascienza, nel Metodo si insegna come tenere un’erezione duratura, anche dopo aver avuto l'orgasmo e si impara l'OMM (Orgasmo Multiplo Maschile).
Molti degli articoli inerenti all’allenamento del muscolo pubo-coccigeo ed all’erezione duratura presenti sul web sono scritti da persone che si sono limitate a riassumere concetti trovati sui libri di testo, senza provare le tecniche loro stesse, o almeno senza averne una completa padronanza!

Al peggio non c’è mai fine
Allenare il muscolo pubo-coccigeo unicamente in forza, senza quindi tenere conto di rilassamento e controllo, indurrà l’utilizzatore a tenere il muscolo inconsciamente sempre leggermente contratto, peggiorando quindi sensibilmente il problema dell’eiaculazione precoce (ep). 
Allenare il muscolo pubo-coccigeo unicamente in forza equivarrebbe ad un body-builder che, dopo aver allenato le braccia puramente in forza, non riesce più ad avvicinare il telefono al padiglione auricolare. 
Rilassamento e controllo devono fungere quindi da coadiuvanti all’allenamento in forza per combattere l’eiaculazione precoce. Queste tre componenti non sono tuttavia sufficienti a garantire il risultato atteso, o almeno non bastano per trarne il massimo potenziale. Solo avendo un approccio in grado di tenere conto di più punti di vista si possono avere risultati certi.

I 3 fronti su cui agire contemporaneamente
  1. Allenare il muscolo pubo-coccigeo (come sopra indicato)
  2. Allontanare l’ansia da prestazione
  3. Affievolire lo stimolo ad eiaculare
Solo utilizzando contemporaneamente le 3 tecniche si può imparare un metodo sicuro per durare di più.

Ciò che bisogna fare
Il problema di utilizzo di questo genere di tecniche risiederebbe nel fatto che, essendo tecniche orientali, potrebbero risultare difficilmente comprensibili (e perciò difficilmente applicabili) per un pubblico occidentale. 
Nel Metodo ci sono una serie di tecniche pensate per un pubblico prettamente occidentale, ad esempio, come utilizzare una tecnica per non far raggiungere all’eccitazione il suo culmine, ovvero come ritardare il momento dell’orgasmo a piacimento, avendo il completo controllo sullo stesso e sull’intero rapporto sessuale.

Alla prossima!

Nessun commento:

Posta un commento