Il Cervello, l'Organo Sessuale più Importante


Il più grande e potente organo sessuale del nostro corpo è il cervello.

La mente riceve e processa i messaggi che provengono dai nostri organi sensoriali: vista, suoni, gusti, odori, e li converte in emozioni, rappresentazioni mentali interne e sensazioni.
Il cervello è anche l’organo che invia e riceve i segnali su pressione del sangue, battito cardiaco, temperatura corporea e respiro: tutte parti fondamentali dell’esperienza sessuale.

Il cervello è il centro del piacere, e assieme al sistema nervoso ci trasmette sensazioni ed emozioni che proviamo durante il sesso.

Molti parlano che le vere zone erogene risiedono nel cervello, di conseguenza si possono attivare o inibire solo grazie a queste strutture complesse del cervello.
Negli anni studi e ricerche hanno evidenziato differenze tra il cervello sessuale maschile e femminile.


Negli uomini si attivano di più certe zone cerebrali alla vista di immagini sexy o scene di sesso, per cui si è evidenziato che per i maschi l'eccitazione è più legata all'erotismo di tipo visivo.

Tra queste strutture c'è l'ipotalamo, che può essere considerato il centro del “cervello sessuale”, esso controlla, per esempio, la produzione degli ormoni sessuali (androgeni, estrogeni e progesterone) e altri ormoni e neurotrasmettitori come l'ossitocina, la vasopressina, la serotonina e la dopamina.
Ha anche un ruolo importante durante il rapporto sessuale, in particolare gli androgeni, come il testosterone,
giocano un ruolo di primo piano nel processo che porta il pene all’erezione e nell’eccitazione della donna, permettendo al clitoride di ergersi e diventare più sensibile, e alle pareti vaginali di lubrificarsi e diventare più elastiche, cosa che permette una penetrazione più semplice e piacevole.

Il cervello è direttamente responsabile dell’orgasmo. Durante l’atto sessuale tutte le terminazioni nervose del corpo (compreso quelle localizzate sui genitali) agiscono in sincronia, in diretta comunicazione e scambio con il nostro cervello.

Quanto appena spiegato (che l’orgasmo è molto di più di una risposta ad una stimolazione sessuale genitale) è una delle ragioni per le quali è così difficile classificare gli orgasmi femminili in “orgasmi vaginali” o “orgasmi clitoridei”.

Quando si parla di orgasmo, se proprio dovessimo attribuirlo ad un’ area del corpo, l’unico termine corretto dovrebbe essere “orgasmo cerebrale” dal momento che è questo il luogo dove l’orgasmo ha sede e dove risiedono i centri del piacere.
Basti solo pensare alla potenza degli orgasmi generati solo da fantasie erotiche.

Ritornando alle differenze tra uomini e donne, alcuni studi hanno evidenziato che il cervello dell'uomo si “attiva” sessualmente di più con la stimolazione diretta dei genitali rispetto alla donna.
Nella donna le zone erogene sono molte di più e più “complesse”.

In entrambi i casi si è rilevato che una mente rilassata è assolutamente necessaria per beneficiare dei piaceri del sesso, infatti ansie e preoccupazioni in entrambi i sessi bloccano aree del cervello dedicate proprio al piacere sessuale, e di conseguenza la relativa risposta fisiologica.

Capire e padroneggiare la mente nel campo della sessualità, è la chiave per raggiungere i più elevati livelli di piacere, ecco l'importanza di essere rilassati.

Scopriremo più avanti quanto la donna sia per certi versi molto più “sessuale” dell'uomo e come la loro natura le porta ad avere svariati e più grandi livelli di piacere sessuale.

Alla prossima!

2 commenti:

  1. La mia è stata una generazione "frustrata" da regole bigotte e repressive. Stranamente queste frustrazioni si sono rivelate utilissime durante il rapporto sessuale in cui il cervello si libera di ogni condizionamento imposto e trasforma quei condizionamenti in libido. Ve l'immaginate voi che eruzione vulcanica ha causato in molti individui della mia generazione? Ho avuto necessità di ricorrere alle cure di un andrologo qualche anno indietro. Ebbene, di fronte ad alcune mie riserve mentali, mi ha detto che stranamente ha in cura più giovani che anziani. Secondo voi quali sono i motivi di siffatto calo della libido nelle nuove generazioni? Non ritenete che la troppa libertà sessuale alla fine non si sia tradotta in un handicap per le nuove generazioni che hanno conquistato la massima libertà sessuale? Ai posteri l'ardua sentenza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che il problema sia più dovuto a un fenomeno ben noto:
      il porno online gratis e facilmente reperibile,
      causa di moltissimi disturbi sessuali maschili
      e anche psicologici.
      Non ultimo il modo in cui la presunta sessualità viene imparata da questi film e i ruoli sbagliati,
      stereotipi assolutamente fuorvianti dalla realtà.
      Ci sarebbe molto da dire!

      Elimina